Figlie della Sapienza

Ascoltate, venite a me: vi voglio rendere felici!

Ascoltiamo il grido dell”aprite a Gesù Cristo”

ascoltiamo1

Quest’ anelito del Padre di Montfort risuona costantemente nel nostro cuore e ci  interpella.
Nel nostro quotidiano incontriamo le  concrete realtà di bisogno di ogni genere e la situazione che ci interpella maggiormente e la condizione delle donne: le donne emarginate , sole, sfruttate, con il peso dei figli e nipoti.
Le incontriamo lungo i marciapiedi, d’avanti alle Chiese e supermercati dove chiedono elemosina, attenzione, un sorriso.
La comunità di via Merulana si è interrogata su cosa poter fare per loro.
Fermarsi per ascoltarle? donare un sorriso?qualche cosa da mangiare?
Tutto ciò non è sufficiente, non basta.
Abbiamo fatto allora una scelta che ci coinvolge sistematicamente, ogni venerdì mattina .
Presso i locali delle docce, situate nei pressi della parrocchia di San Martino ai Monti, accogliamo le donne bisognose provenienti dai paesi dell’Est Europa, del Medio Oriente , dall’Africa, dall’Italia etc. per distribuire del vestiario per loro stesse e i loro bambini.
L’aspetto che riteniamo sia molto importante è l’attenzione ed accoglienza ai loro bisogni, nonchè l’ascolto di situazioni di disagio,  insicurezza, precarietà , con atteggiamento di  amore e compassione, come avrebbe fatto Maria Luisa e Montfort.
Il vestiario per i bambini non è nuovo, ma sempre pulito e ordinato.
Notiamo  nelle loro espressioni la felicità di aver trovato un ambiente in cui si sentono accolte e vengono volentieri.

ascoltiamo2
La nostra presenza è sempre festosa  aperta alla diversità, al colore, alla religione , alla cultura, tutto questo crea una realtà di relazione fraterna e le persone si sentono un po’ a casa loro.
Contiamo molto nella provvidenza perché non ci faccia mancare quanto ci viene richiesto, ma soprattutto il nostro servizio sia motivato dall’amore per gli ultimi e nel nostro cuore continui ad abitare la disponibilità e il richiamo dei nostri fondatori: “Aprite a Gesù Cristo e “Se fossi stoffa mi darei ai poveri”.
Con questo nostro breve articolo vogliamo rispondere alla sollecitazione degli orientamenti del Capitolo Generale, la dove ci dice di dare attenzione alle donne e bambini, categorie più  disagiate nel mondo di oggi.

 

DSC00210

 

 

La comunità di via Merulana

Lascia un commento