Figlie della Sapienza

Ascoltate, venite a me: vi voglio rendere felici!

Delegazione Belgio: visita in Olanda

Le consorelle del Belgio per lo stesso motivo di fraternità, hanno fatto visita a quelle dell’Olanda che non sono in grado di viaggiare o di partecipare a incontri.

In occasione del Nuovo Anno, Sr Marie-Suzanne, Sr Monique Goris e Sr Marie-Louise hanno fatto una visita di amicizia a Sr Pacelli, responsabile della comunità di Wijchen.
Sr Annie non ha potuto unirsi a loro a motivo della salute di una delle sue Suore.

Per la cronaca, diciamo che il nostro viaggio di andata è stato all’insegna degli sforzi da offrire per la riconfigurazione! Infatti, un incidente sulla strada ha richiesto la pazienza di un’ora incolonnati!
Il ritorno è stato un po’ meno lungo ma c’è stato pure un incidente. Nuovo ritardo.

Non si ottiene nulla senza fatica!

Il nostro cammino si situava nello spirito dei “piccoli passi” da compiere per l’avvicinamento delle entità. Siamo felici perché abbiamo ricevuto un’accoglienza fraterna e molto calorosa da parte di
Sr Pacelli.

I nostri scambi hanno toccato, inevitabilmente, un argomento di attualità che ci preoccupa tutte. Sr Pacelli ci definisce la situazione della sua entità: “Siamo una comunità che fa parte di una Congregazione che ha un carisma, una spiritualità, una missione. Qui li viviamo insieme, con i nostri mezzi, le nostre debolezze. Per noi, vivere l’Incarnazione, è trovarla in tutto ciò che ci circonda: le nostre suore, gli avvenimenti del mondo … ”
Non possiamo fare di più.

Da parte nostra, abbiamo constatato che siamo vicine a Sr Pacelli e alle sue Suore in questo ambito ma anche per la situazione precaria della nostra entità. Tuttavia, il fatto di conoscere meglio ciò che vivono le altre, di compiere piccoli passi verso di loro ci incoraggia ad andare oltre.
E’ quanto ci viene richiesto. D’altra parte era l’unico scopo della visita di questo giorno.

Abbiamo pure constatato quanto la lingua parlata nell’entità possa costituire ostacolo al dialogo e all’avvicinamento. Per fortuna, Sr Pacelli comprende e parla abbastanza bene il francese ma felicemente Monique Goris si trovava là per colmare le nostre lacune nell’olandese!

Grazie ancora a Sr Pacelli per la sua accoglienza e per il dinamismo con il quale ci ha condiviso un po’ della vita della sua entità.

Sr Marie-Suzanne
Sr Monique
Sr Marie-Loise

Lascia un commento